Halo Infinite: svelata la mappa multiplayer ‘Streets’

IGN ha provato una nuova arena e sembra si siano divertiti un sacco!

Halo Infinite sarà disponibile per l’acquisto l’8 dicembre, ma per ingannare l’attesa, IGN può regalarvi un sacco di notizie e approfondimenti per tutto il mese di novembre, visto che il nuovo gioco di 343 Industries è protagonista del nostro IGN First. Questo significa che potete aspettarvi un bel po’ di contenuti esclusivi nel corso del mese (e sì, abbiamo giocato la campagna, le prime quattro ore), cominciando con l’antipasto di oggi, in cui riveliamo una nuova mappa di tipo “Arena” chiamata “Streets”.

Come potete vedere nel video qui sopra, in cui Ryan McCaffrey spiega i segreti della mappa insieme al level designer Cayle George, Streets è una piccola arena asimmetrica ambientata nella notte di New Mombasa. Questo la rende immediatamente diversa, visivamente parlando, rispetto alle altre mappe multiplayer di Halo Infinite che abbiamo visto finora. Ha un sacco di piccoli tocchi artistici, come le pubblicità olografiche, i cabinet arcade retrò che suonano una versione MIDI del tema di Halo, il cielo che si può vedere nello sfondo da certi punti della mappa e le ringhiere di vetro che potremo distruggere. È una mappa molto rapida, dall’ampiezza ridotta, e me la sono davvero goduta.

Abbiamo realizzato il video ancor prima di affrontare la mappa in modo competitivo: volevamo catturare le nostre prime, vere impressioni, raccolte mentre la scoprivamo, passo dopo passo, insieme a George. La cosa divertente è che, dopo avermi bonariamente preso in giro per aver citato il Capture the Flag in una mappa asimmetrica, la prima modalità che è apparsa all’interno del sistema di test interno di 343 quando ci siamo seduti a giocare… beh, l’avrete capito, era il Capture the Flag. E ci siamo divertiti un sacco, quindi in effetti si può organizzare un CTF su questa mappa, solamente non aspettatevi di trovarlo tra le playlist ufficiali.

Ci sono almeno altre due mappe Big Team Battle in cantiere:

‘Deadlock’ e ‘High Power’

Per quanto riguarda altre curiosità sul comparto PvP, abbiamo chiacchierato con il team di 343 Industries responsabile del multiplayer per più di un’ora. Tra le altre cose, abbiamo chiesto se aspettarci o meno dei rifacimenti di alcune mappe classiche della serie, com’è diventata ormai tradizione del franchise di Halo. “È qualcosa di cui parliamo attivamente abbastanza spesso”, ha affermato il lead multiplayer designer Andrew Witts. “Penso che ciò che abbiamo fatto con [la mappa Big Team Battle] Fragmentation è quello che vogliamo; vogliamo che sembrino nuove, ma allo stesso tempo che ci sia un po’ di familiarità senza ricalcare lo stesso e identico layout o proporre delle piccole differenze, perché ci troviamo di fronte a un gioco diverso con esigenze [di gameplay] differenti.”

Witts cita Valhalla e il suo remake Ragnarok come influenze principali per Fragmentation. “Ci sono alcune mappe che sono state riproposte in quasi ogni singolo episodio di Halo. Quindi non escluderei del tutto l’idea di un rifacimento, ma essendo al lavoro su un reboot spirituale, siamo particolarmente attenti a come metterci il nostro tocco personale, facendo percepire questa sorta di viaggio nostalgico quando lo si percorre”. La filosofia di 343 Industries, in tal senso, è abbastanza chiara, come sottolinea lo stesso George: “Abbiamo provato a realizzare delle conversioni 1:1. Non funzionano bene”.

Nel corso della chiacchierata con 343, abbiamo anche appreso che ci sono almeno altre due mappe BTB che non abbiamo ancora visto, chiamate rispettivamente ‘Deadlock’ e ‘High Power’. Il creative director del comparto multiplayer, Tom French, ha descritto Deadlock come uno scenario “molto drammatico”, confidando come dia la sensazione di trovarsi a una “classica mappa di Halo”, che a detta del creative director ha un “mood molto differente” rispetto al resto delle mappe. High Power, nel frattempo, è stata inizialmente concepita come un “banco di prova” per BTB. Stando alle testimonianze di 343, “i banchi di prova non vedono mai la luce del sole, per niente”, ma le cose sono andate diversamente in questo caso. Gli sviluppatori hanno raccontato di come un playtest di BTB su questo scenario abbia generato grida fortissime dagli sviluppatori e dai tester, che si divertivano così tanto da spingere i presenti a guardarsi e chiedersi: “Oh, questa è una mappa [vera]?

Il nostro coverage su Halo Infinite non finisce qui: per tutto il mese di novembre continueremo a parlare dello sparatutto di 343 Industries, tra uno sguardo a ciò che ci aspetta nella Stagione 1 del Battle Pass, una lunga chiacchierata con il responsabile creativo di Halo Infinite Joseh Staten, veterano di lunga data di Bungie, e le nostre impressioni sulle prime ore della campagna. Restate sintonizzati per scoprire tutto sul ritorno di Halo e di Master Chief!

Founder di HALOSOFIA (ex project) //// Founder di AXIOS Halo Italia //// Youtuber & Streamer (Riv3rse) //// Editor presso "Le più belle frasi di Halo" (FB) ////

No comments

Lascia un commento